M5S, Beppe Grillo assemblea Eni: “Ha dato vita a sistema corruttivo internazionale”

Il leader del Movimento 5 Stelle interviene durante l’incontro degli azionisti e attacca: “Abbiamo il sospetto che dietro questa gestione così scellerata ci sia la volontà di gettare l’azienda in pasto ai privati, come è stato fatto per tanti altri gioielli italiani”. E poi: “Chiederemo una commissione d’inchiesta”. (Il Fatto)

Beppe-Grillo-Movimento-5-Stelle“L’Eni ha dato vita a un sistema corruttivo internazionale, un sistema criminogeno che si regge su tre gambe”. La seconda tappa della campagna elettorale per le Regionali di Beppe Grillo è l’Eni: dopo la marcia per chiedere l’approvazione di una legge sul reddito di cittadinanza, il leader del Movimento 5 Stelle si è presentato all’assemblea degli azionisti dell’azienda e ha attaccato gestione e scarsa trasparenza del sistema. “Abbiamo un sospetto”, ha detto nel suo intervento interrotto dalla presidente Emma Marcegaglia (“Attento a quel che dice, ne è responsabile”. E lui: “Ma non ho detto nemmeno una parolaccia”), “che dietro questa gestione così scellerata ci sia la volontà di gettare l’azienda in pasto ai privati, come è stato fatto per tanti altri gioielli italiani. Abbiamo chiesto una commissione d’inchiesta su Eni e su Saipem”. E ha poi aggiunto: “Qui ci sono stipendi da nababbi e liquidazioni a sette zeri, mentre gli azionisti sono cornuti e mazziati”.

I commenti sono chiusi.