Invalido sfoga la sua rabbia, civilmente, sulla pagina facebook della Boldrini: gli arriva la Polizia a casa

Lascia un commento sul facebook della Boldrini, gli arriva la polizia in casa. “Felice Ferruci, 43 anni di Termoli, si è visto arrivare la polizia in casa per un commento lasciato sul profilo facebook della presidente della Camera. La frase a rischio conteneva la parola “macello”.

FerrucciCommentoBoldrini-2

 

 

 

Gli agenti hanno gli hanno spiegato che erano stati allertati dalla polizia di Roma in merito al commento. Il sistema di sicurezza che regola la comunicazione della terza carica dello Stato ha intercettato una frase giudicata a rischio.

“Ma in questo modo si spendono i soldi pubblici?” Il 43enne, invalido dal 1993, ha da poco perso la madre ed è disoccupato. “Sono sconcertato se ci ripenso, e nello stesso tempo questa cosa mi fa sorridere. Io non ho offeso nessuno, non ho minacciato nessuno. Quello era uno sfogo, come si capisce perfettamente. E invece arriva la polizia. Ci rendiamo conto?”.

Dopo che Felice ha raccontato l’accaduto agli agenti non ci sono state ripercussioni: “Sono arrivati in casa mia senza mandato e senza neppure aver letto il commento che avevo scritto. Quando gli ho raccontato cosa era successo ovviamente sono andati via” ci spiega. Subito dopo che la polizia ha lasciato il suo appartamento Felice ha deciso di scrivere ancora sulla pagina pubblica della presidentessa della Camera“.

FerrucciCommentoBoldrini2-2 bis

 

Un po’ di amarezza dopo la brutta avventura rimane: “Rimango stupito perché nonostante i miei problemi, la mia invalidità e il fatto che non ho un lavoro l’unico motivo per cui lo Stato si è interessato a me è un commento che ho lasciato su facebook”.“ (today.it)

Se gli agenti fossero andati a casa di Felice, per chiedergli se avesse avuto bisogno di qualcosa, avrei accettato tutto. I motivi che li hanno spinti a perdere del tempo con una persona disperata, che non ha più nulla da mangiare, e non ha soldi, mi sembra propio una vergogna. Grazie Boldrini! Credo che oltre questi miseri episodi, non puoi andare; insieme ai 200 frigoriferi; insieme all’incredibile interesse che hai per gli immigrati e per i rom, al punto da non crederci; insieme all’Obelisco del Duce che volevi modificarne la scritta. Grazie Boldrini: avevamo proprio bisogno di queste cose in Italia.

 

I commenti sono chiusi.